foto Giappone - GruppoLucaViaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

foto Giappone

VIAGGI FATTI > 2016 - GIAPPONE
IL GRUPPO
_______________________________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________________________
KYOTO
venerdì 13

Visita della città di Kyoto: antico tempio Kiyomizu, il tempio del Padiglione d'oro Kinkakuji e il castello Nijo i cui giardini del Palazzo Grande furono discegnati da Enshu Kobori nel 1626, il centro dell'artigianato locale e il quartiere Gion.
_______________________________________________________________________________________________
KYOTO - NARA - KANAZAWA
(sabato 14)

Nara, capitale del Giappone dal 710 al 794 d.C. - Si visitano il Tempio Todaiji, con il colossale Budda in bronzo chiamato Daibutsu, il santuario Kasuga dalle 3000 lanterne di pietra e bronzo, il parco dei daini.
_______________________________________________________________________________________________
KANAZAWA
(domenica 15)

Un giardino fiorito, di rara bellezza, dove si sente, anche se quasi impercettibile, uno scroscio d’acqua che scorre tra le fontane di bambù. Una brezza delicata fa suonare piccole campanelle. L’aroma di tè si spande nell’aria. Questa è solo una piccola fotografia del Giappone d’epoca feudale. Il clima qui è mite, non raggiunge quasi mai temperature sgradevoli, e qui sembra di rivivere un passato storico ricco di fascino dove geisha, samurai e ninja si muovono in uno scenario pittoresco, grazie al fatto che nessuna guerra è mai riuscita a scalfire il ricchissimo patrimonio storico-culturale di Kanazawa. Case storiche, monumenti, preziosi giardini, sono pervenuti fino a noi, così come le tradizioni culturali e artigianali che continuano ad affascinare.
_______________________________________________________________________________________________
KANAZAWA - SHIRAKAWAGO - TAKAYAMA  
(lunedì 16)

Partenza da Kanazawa per Shirakawa-go e la vicina Gokayama, due regioni che si trovano tra le montagne che si estendono da Gifu fino alla Prefettura Toyama. Dichiarati entrambi siti UNESCO nel 1995, sono  famosi per le loro fattorie  tradizionali chiamate “gassho-zukuri”, alcune delle quali hanno più di 250 anni. Gassho-zukuri significa “costruite come le mani in preghiera” perchè i due lati del tetto sono uniti in un modo che ricorda la posizione classica delle mani dei monaci buddhisti che pregano. Questo stile architettonico è stato tramandato e sviluppato da generazione a generazione con la finalità di far sopportare al tetto grandi quantità di neve, trovandosi questi villaggi in alta quota e in regioni molto nevose nel periodo invernale. I tetti sono tutti fatti senza nemmeno un chiodo e creano un’ampia soffitta: questo spazio è utilizzato per coltivare i bachi da seta.
* Il vilaggio più grande di Shirakawa-go è Ogimachi ed è anche l'”attrazione” principale.
Sala di esposizione dei carri della festa (Takayama Yatai Kaikan)
_______________________________________________________________________________________________
TAKAYAMA - NAGOYA - HAKONE
(martedì 17)
_______________________________________________________________________________________________
HAKONE - TOKIO
(mercoledì 18)
Hakone Open-Air Museum
箱根 彫刻の森美術館
Arte all'aria aperta.
Il museo si visita passeggiando tra sculture disposte in una cornice naturale.
Il primo del genere in Giappone, questo museo fu aperto nel 1969, sfruttando la natura di Hakone. Vi sono esposte circa 120 capolavori di scultori moderni e contemporanei, in un rigoglioso giardino di 70,000m2 , dal quale si possono ammirare le montagne di Hakone. Si puo’ entrare in contatto con l’arte passeggiando con calma o osservando liberamente le opere che piu’ interessano. Vi si trovano inoltre 5 esposizioni al chiuso, prima fa tutte la sala Picasso che espone a turno una collezione rara al mondi di 300 opere.
Lake Ashinoko (Lago Ashinoko)

Una calma distesa d’acqua, l’immobilità improvvisamente spezzata da un ferries o da un battello che fa la sua traversata. D’un tratto, il riflesso devia, la forma si allarga e si rompe, l’immagine è spezzata. Alziamo lo sguardo, dobbiamo attendere un attimo prima che il tutto riprenda la sua tranquillità e la sua immobilità ed ecco il leggendario riflesso dell’Innevato, re delle sue terre, e anche al di là di esse, Imperatore del Giappone, spesso mitizzato, raramente scalato: il Monte Fuji.
_______________________________________________________________________________________________
TOKIO
(giovedì 19)
_______________________________________________________________________________________________
TOKIO - NIKKO
(venerdì 20)

Nikkō (日光市 Nikkō?, letteralmente "luce del sole") è una città che si trova nella regione montuosa della prefettura di Tochigi a circa 140 chilometri a nord di Tokyo. La città contiene numerosi monumenti storici (alcuni molto antichi) che le sono valsi l'inserimento nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.
I monumenti più importanti della città sono il Tempio di Nikko, dedicato allo shogun Tokugawa Ieyasu di cui è il mausoleo, il tempio dedicato a suo nipote Tokugawa Iemitsu e il tempio di Futarasan, risalente al 767.
_______________________________________________________________________________________________
TOKIO
(sabato 21)

Seconda giornata dedicata alla visita di Tokyo: il Santuario di Meiji Jingu, i distretti di Omotesando e Harajuku eil Tokyo Metropolitan Government Office.
webMaster Paolo Onida - ottobre 2018
Torna ai contenuti | Torna al menu